Previous Next

Bio

La nostra storia

Stefano Gelao

Amanuense mancino che scrive con il foglio girato al contrario, studioso ed amante del mondo antico, delle tecniche tradizionali, di penne d’oca, pergamene ed inchiostri prodotti artigianalmente con ricette medievali.
Dopo aver lavorato a bottega e studiato con i più prestigiosi calligrafi internazionali, oggi dà forma ad opere ispirate al patrimonio sapienziale vecchio di millenni, fra arte, cultura e storia.
Tiene conferenze sulla storia della scrittura al Mensa Italia, alla facoltà di Storia Medievale e Filosofia dell’Università di Macerata; è consulente per la cura e la conservazione di manoscritti di collezioni private e di musei quali il Diocesano di Brescia.


Gaia Perotto

Di ispirazione realistica, parte dalla formazione con maestri contemporanei quali Marcello Barenghi, Antonio Bonanno e Thierry Duval per spaziare dalla ritrattistica alla miniatura ed alla decorazione medievali.
Da Stefano apprende l'utilizzo dei materiali antichi e l'amore per l'arte medievale declinandoli all'arte figurativa.
L'utilizzo di materiali come inchiostri artigianali di ricetta storica, la tempera all'uovo e acquerello da pregiati pigmenti naturali, matite secche e cerose e carte artigianali, mette in risalto le diverse tecniche pittoriche sviluppate.